Il Leone e il Topo

Tutti gli amici sono preziosi, anche i più piccoli.
Il Leone e il Topo - Esopo
Il Leone e il Topo, dal libro "The Aesop for Children", di Esopo - Project Gutenberg, etext 19994

C’era una volta un topo che si era arrampicato sulla schiena di un leone per mostrare agli altri animali della foresta che anche lui era coraggioso. Ma il leone si svegliò bruscamente e afferrò il topolino per la coda.

“Come osi mancare di rispetto al re della foresta? Morirai per questo affronto.”

Ti prego” lo supplicò il topo “risparmiami la vita. In cambio, sarò per sempre tuo amico e un giorno sarò io ad aiutare te.

Il leone non credette alle sue parole, ma lo lasciò andare.

Qualche tempo dopo i cacciatori catturarono il leone con una rete. Gli altri animali della foresta avevano troppa paura dei cacciatori per aiutare il loro re ma il topolino, passando accanto a lui, decise di fare qualcosa. Il topo aspettò la notte, poi si arrampicò sulla rete e cominciò a rosicchiare le corde, finché il leone non fu liberato. Poi saltò sulla schiena del re della foresta e scapparono insieme.

Quando mi hai detto che un giorno mi avresti aiutato, non ti ho creduto, ma sbagliavo. Il tuo coraggio non ha niente da invidiare al mio e la tua amicizia è preziosa.

Da quel giorno, il topo divenne il migliore amico del leone.

Morale: Tutti gli amici sono preziosi, anche i più piccoli. E chi è grande e forte non deve essere superbo o prepotente, perché tutti possono aver bisogno di un aiuto.

Ti è piaciuta questa favola?

Grazie! Siamo contenti ti sia piaciuta.

Ti va di condividerla sui tuoi social?

Ci dispiace che questa favola non ti sia piaciuta...

Aiutaci a migliorarla!

Cosa non ti è piaciuto? Cosa possiamo fare secondo te per migliorarla?

È importante saper controllare le proprie emozioni, specialmente la rabbia, e trovare modi positivi per affrontarle.
Aiutarsi l'uno con l'altro è importante, e può anche evitare che poi tutte le fatiche ricadano su di noi.
A volte con l'impegno si può ottenere ben più che con un talento naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *